Condizioni generali dell’operazione

 

I.Generale
(1) Le nostre condizioni di vendita si applicano in modo esclusivo: condizioni del cliente derivanti o differenti dalle nostre condizioni generali dell’operazione non saranno da noi riconosciute, tranne il caso in cui ne abbiamo riconosciuto esplicitamente e per iscritto la loro applicazione. Le nostre condizioni di vendita si applicano anche nel caso in cui effettuiamo la consegna a favore del cliente anche in caso di conoscenza di condizioni del cliente derivanti o differenti dalle nostre condizioni di vendita.
(2) Tutti gli accordi stipulati tra di noi e il cliente in merito all’esecuzione del presente contratto vengono messi per iscritto nel presente contratto.
(3) Le nostre condizioni di vendita si applicano esclusivamente a imprese ai sensi dell’art. 310 par. 1 CC.
(4) Le nostre condizioni di vendita si applicano anche per tutte le operazioni con il cliente.

II. Offerta/documenti dell’offerta
(1) La nostra offerta non è vincolante nella misura in cui a partire da essa non derivino eventuali accordi.
(2) Su tutte le illustrazioni, disegni, calcoli e altri documenti è fatta riserva del diritto di proprietà e d’autore.
Ciò vale anche per documenti scritti indicati come “riservati”. In caso di trasmissioni verso terzi, il cliente deve richiedere la nostra esplicita autorizzazione scritta.

III. Prezzi, condizioni di pagamento
(1) Nella misura in cui nella conferma dell’incarico non venga altrimenti specificato, i nostri prezzi si applicano “franco fabbrica”, incluso imballaggio, senza pallet.
Ci riserviamo il diritto, in caso di contratti con un termine temporale prestabilito di almeno 4 mesi, di modificare corrispondentemente i nostri prezzi quando a seguito della stipula del contratto dovessero verificarsi aumenti dei costi, in particolare di accordi salariali o modifiche dei prezzi dei materiali. Similmente abbiamo l’obbligo di agire in caso di abbassamenti dei costi. Informeremo il cliente previa richiesta in caso di abbassamenti e incrementi dei costi, non appena e nella misura in cui si verifichino. Se l’incremento è superiore a oltre il 5% del prezzo concordato, il cliente ha diritto alla risoluzione del contratto (diritto di revoca o di rinuncia).
(2) L’imposta sul valore aggiunto non è incluso nei nostri prezzi; viene indicato in fattura secondo l’ammontare stabilito dalla legge alla data dell’emissione della fattura.
(3) La detrazione degli sconti richiede un esplicito accordo scritto.
(4) Nella misura in cui nella conferma dell’incarico non venga altrimenti specificato, i nostri prezzi si applicano al netto (senza sconto) e sono pagabili entro 30 giorni dalla data della fattura. Si applicano i regolamenti di legge riguardanti gli effetti dei ritardi sul pagamento.
(5) I diritti di compensazione spettano al cliente se le sue contropretese sono incontestate o accertate e passate in giudicato e da noi riconosciute. Inoltre egli dispone del diritto di ritenzione se la sua contropretesa si richiama al medesimo rapporto contrattuale.
(6) Gli accrediti tramite cambiali e assegni vengono effettuati con riserva dell’ingresso della data in cui noi saremo nella posizione di disporre del relativo controvalore. Spese e costi sono a carico del cliente.

IV. Termini di consegna
(1) L’inizio del termine di consegna da noi indicato presuppone il chiarimento di tutte le questioni tecniche.
(2) Il rispetto dei nostri obblighi di consegna presuppone l’espletamento tempestivo e corretto degli obblighi del cliente. È fatta riserva di eccezione in caso di mancato soddisfacimento del contratto.
(3) Se il cliente entra in mora o viola colposamente altri obblighi di collaborazione, avremo diritto a richiedere il risarcimento per i danni derivanti e di eventuali spese aggiuntive. Tutti gli altri diritti restano riservati.
(4) Nella misura in cui siano presenti i presupposti del par. 3, il rischio di distruzione o deterioramento dell’oggetto del contratto viene trasferito al cliente nel momento in cui questi sia in ritardo colposo o nell’accettazione.
(5) Siamo responsabile ai sensi delle disposizioni di legge nella misura in cui il contratto di vendita sia un contratto a termine fisso ai sensi dell’art. 286 par. 2 n. 4 del CC o dell’art. 376 del Codice di Commercio. Siamo responsabili anche ai sensi delle disposizioni di legge, nella misura in cui come conseguenza di un ritardo nella consegna il cliente abbia diritto alla decadenza del proprio interesse in merito alla prosecuzione del contratto.
(6) Siamo responsabili anche ai sensi delle disposizioni di legge, nella misura in cui il ritardo nella consegna è dovuto a una violazione contrattuale conseguente a negligenza o aggiuntiva; la colpa del nostro rappresentante o assistente nel disbrigo è da addebitarsi a noi. Se il ritardo nella consegna non è dovuto a una violazione contrattuale da parte nostra, la nostra responsabilità in merito al risarcimento dei danni viene limitata ai danni che potrebbero tipicamente e prevedibilmente presentarsi.
(7) Siamo responsabili ai sensi delle disposizioni di legge anche nella misura in cui il ritardo della consegna a noi riconducibile si basi su una violazione colposa di un obbligo contrattuale essenziale; in questo caso la responsabilità in merito al risarcimento danni viene limitata ai danni che potrebbero tipicamente e prevedibilmente presentarsi.
(8) Negli altri casi, siamo responsabili in caso di ritardo nella consegna per ogni settimana completa di ritardo per un risarcimento forfettario sui danni per un importo pari al 3% del valore della consegna, e non superiore al 15% del valore della consegna.
(9) È fatta riserva di ulteriori diritti legali del cliente.

V. Trasferimento del rischio
(1) Nella misura in cui nella conferma dell’incarico non venga altrimenti specificato, la fornitura viene effettuata “franco fabbrica”.
(2) Per il ritiro dei pacchi si applicano accordi speciali.
(3) Se il cliente lo desidera, copriremo la spedizione con un’assicurazione per il trasporto; i costi saranno a carico del cliente.

VI. Responsabilità per vizi
(1) La responsabilità per vizi presuppone che il cliente abbia ottemperato ai propri obblighi di indagine e avviso ai sensi dell’art. 377 del Codice del Commercio.
(2) Se l’oggetto del contratto presenza un vizio, il cliente ha diritto di scegliere un adempimento a posteriori nella forma della rimozione del vizio o della fornitura di un nuovo oggetto privo di vizi. In caso di rimozione del vizio siamo obbligati a farci carico di tutte le spese richieste dalla rimozione del vizio, inclusi costi di trasporto, per i materiali, di lavorazione, nella misura in cui tali costi non siano soggetti a rialzo per effetto del trasferimento dell’oggetto del contratto in una località differente dalla località dell’adempimento.
(3) Se l’adempimento a posteriori non riesce, il cliente ha diritto a esigere una riduzione o una disdetta.
(4) Siamo responsabili anche ai sensi delle disposizioni di legge, nella misura in cui il cliente esige un risarcimento per danni, sulla base di negligenza o dolo, inclusi quelli dei nostri rappresentanti o assistenti. Se a noi non può essere addebitata alcuna violazione del contratto, la nostra responsabilità in merito al risarcimento dei danni viene limitata ai danni che potrebbero tipicamente e prevedibilmente presentarsi.
(5) Siamo responsabili ai sensi delle disposizioni di legge anche per la violazione di obblighi contrattuali essenziali; in questo caso la responsabilità in merito al risarcimento danni viene limitata ai danni che potrebbero tipicamente e prevedibilmente presentarsi.
(6) Se il cliente ha diritto a una richiesta di risarcimento dei danni al posto della prestazione, la nostra responsabilità in merito al risarcimento dei danni viene limitata ai danni che potrebbero tipicamente e prevedibilmente presentarsi ai sensi del par. 3.
(7) La responsabilità per lesioni colpose della salute, dei corpi o della vita resta in vigore; ciò vale anche per la responsabilità regolata dalla legge sui prodotti.
(8) La responsabilità è esclusa nella misura in cui non sussistano accordi di altro tipo.
(9) Il termine di prescrizione per il diritto al risarcimento per vizi è di 12 mesi a partire dal verificarsi del vizio.
(10) Il termine di prescrizione in caso di azione di regresso ai sensi degli art. 478, 479 del CC resta valido; esso comporta 5 anni a partire dalla consegna della merce difettosa.

VII. Responsabilità complessiva
(1) Una responsabilità più ampia in caso di risarcimento danni di quanto previsto dall’art. 6 è esclusa, prescindendo dalla natura giuridica del diritto applicabile   Ciò vale in particolare per le richieste di risarcimento danni derivanti da colpa in caso di conclusione di un contratto, a causa di altre violazioni degli obblighi o di obblighi derivanti da fatti illeciti come risarcimento per danni alla cosa ai sensi dell’art. 823 del Codice Civile.
(2) La limitazione ai sensi dell’art. 1 si applica anche nella misura in cui il cliente al posto di una richiesta di risarcimento danni, richiesta la prestazione di un rimborso per le spese inutilmente sostenute.
(3) Nella misura in cui la responsabilità per risarcimento danni nei nostri confronti sia esclusa o limitata, ciò si applica anche in merito alla responsabilità per il risarcimento dei danni personali di nostri dipendenti, lavoratori, impiegati, rappresentanti e assistenti.

VIII. Garanzia per riserva di diritto di proprietà
(1) Ci riserviamo la proprietà dell’oggetto della vendita fino all’arrivo di tutti i pagamenti del contratto di fornitura. In caso di comportamento contrario al contratto del cliente, in particolare di ritardi sul pagamento, abbiamo diritto alla restituzione dell’oggetto della vendita. La restituzione dell’oggetto della vendita porta al recesso dal contratto. In caso di ritiro dell’oggetto della vendita abbiamo diritto alla relativa valutazione, e il ricavo della valutazione può essere addebitato al cliente – previa deduzione dei costi della valutazione.
(2) Il cliente ha l’obbligo di trattare l’oggetto della vendita in moto adeguato; in particolare ha l’obbligo di assicurarlo contro danni causati da incendi, acqua e furto, in modo commisurato al nuovo valore. Se sono necessari lavori di ispezione e manutenzione, il cliente deve eseguirli a proprie spese.
(3) In caso di pignoramenti o altri accessi di terzi, il cliente deve informarci immediatamente per iscritto, per consentirci di presentare querela ai sensi dell’art. 771 del Codice di procedura civile. Se i terzi non sono nella posizione di risarcirci dei costi legali ed extralegali di una querela ai sensi dell’art. 771 del Codice di procedura civile, il cliente è responsabile delle perdite da noi sostenute.
(4) Il cliente ha diritto alla rivendita dell’oggetto del contratto secondo una normale procedura commerciale; egli cede tutti i crediti relativi all’ammontare dell’importo finale della fattura (inclusa l’IVA) a esso spettanti a seguito dell’alienazione verso terzi o verso l’acquirente, indipendentemente dal fatto che l’oggetto sia stato rivenduto senza o a seguito di ulteriore lavorazione. Il cliente è autorizzato alla confisca di tali crediti anche a seguito del recesso. Il nostro diritto alla confisca dei crediti rimane inviolato. Ci impegniamo tuttavia a non confiscare i crediti nella misura in cui il cliente adempia ai propri obblighi di pagamento relativi ai crediti percepiti, non sia in ritardo sui pagamenti e nello specifico non sia in corso procedure relative a insolvenza o concordato o sospensioni dei pagamenti. In tal caso, potremo esigere che il cliente ci comunichi i crediti ceduti e i relativi debitori, faccia il possibile per ottenere l’incasso di tali crediti, trasmessa la relativa documentazione e comunichi ai debitori (terzi) tale cessione.
(5) La lavorazione o la trasformazione dell’oggetto della vendita da parte del cliente sarà proposta per noi. Se l’oggetto della vendita è lavorato con altri oggetti non di nostra proprietà, acquisiremo la comproprietà del nuovo oggetto in rapporto al valore dell’oggetto della vendita (importo finale della fattura inclusa IVA) con gli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione.
Per gli oggetti derivanti da tale lavorazione, si applica quanto previsto per gli oggetti forniti sotto riserva.
(6) Se l’oggetto della vendita è combinato con altri oggetti non di nostra proprietà, acquisiremo la comproprietà del nuovo oggetto in rapporto al valore dell’oggetto della vendita (importo finale della fattura inclusa IVA) con gli altri oggetti combinati al momento della combinazione. Se la combinazione viene effettuata in modo tale che l’oggetto del cliente è l’oggetto principale, si stabilisce che il cliente trasferisca a noi la comproprietà in modo proporzionale. Il cliente custodisce per noi tutte le proprietà singole o le comproprietà risultanti.
(7) Il cliente cede a noi anche i crediti a garanzia dei nostri crediti nei suoi confronti, risultanti a favore di terzi a seguito della combinazione dell’oggetto della vendita con parti.
(8) Noi ci impegniamo a svincolare le garanzie a noi spettanti in merito all’esigibilità verso il cliente nel momento in cui il valore realizzabile delle nostre garanzie superi quello dei crediti di oltre il 10%; la scelta delle garanzie da svincolare spetta a noi.
IX. Foro competente – Località dell’adempimento –
(1) Se il cliente è un commerciante, il foro competente è quello della nostra sede legale; abbiamo diritto a querelare il cliente anche nel foro competente del suo domicilio.
(2) Si applica il diritto della Repubblica federale tedesca – è esclusa l’applicazione del diritto commerciale ONU.
(3) Nella misura in cui nella conferma dell’incarico non venga altrimenti specificato, la località dell’adempimento è la nostra sede legale.